Gentile Dottore innanzitutto mi scuso tantissimo del tempo che le sto rubando, manecessiterei di informazioni atte a sciogliere alcuni dei miei dubbi. Mi presento: ho 23 anni, sono una studentessa universitaria che come tutte le ragazze predilige i pantaloni (ma non jeans), ha una vitasedentaria (zero sport,anche se sono magra 48 kg per 1.58 di... Leggi di più altezza), mangio poca verdura e frutta; sono fidanzata da circa 1 anno e mezzo ma non abbiamo rapporti completi (ci limitiamo a masturbazioni e a rapporti orali), sono vergine; da circa 1 anno sto soffrendo di Candidosi. L'ho curata con diversi antimicotici (attualmente la cura da circa 3 mesi con diflucan 150 mg assumendolo tutte le settimane - anche il mio fidanzato ha assunto 4 capsule per un mese), ho usato diversi detergenti intimi (anche se oranessuno: solo acqua), e ho assunto in circa 2 mesi Fermenti lattici (prima una scatola da 20 di enterogermina e poi di lactoflorena), infine sto lavando la mia biancheria con napisan. Vorrei sapere: 1) visto che di tanto in tanto ho ancora prurito, a quali esami dovreisottopormi per accertare che genere di Candida ho (le ricordo che sono vergine)? Ho già effettuato diverse volte il tampone, ma senza risultato (dal tampone non risulta candida); e la vulvoscopia. 2) Quanto tempo dovrebbe trascorrere prima di fare gli esami,visto chesto assumendo il diflucan? 3) È normale che da quando ho scoperto di avere la candida e l'hoiniziata a curare con antimicotici, i giorni che precedono le mestruazioni mi compaiono sullo slip (rigorosamente di cotone) perdite molto scure? 4) Una normale cura alla candidasi quando dovrebbe durare? O devo rassegnarmi a vivere con ciò per tutta la vita? 5) Ho notato un notevole peggioramento (con prurito e un po' dibruciore) dopo aver trascorso una giornata a mare: il peggioramento può essere legato al mare? E al fatto che dopo pochi giorni mi sono venute quelle macchie scure e in seguito le mestruazioni? Mi scuso ancora per il disturbo recatole, e la ringrazio anticipatamente.