Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-06-2003

Gentile dottore innanzitutto mi scuso tantissimo

Gentile Dottore innanzitutto mi scuso tantissimo del tempo che le sto rubando, ma
necessiterei di informazioni atte a sciogliere alcuni dei miei dubbi. Mi presento: ho 23 anni, sono una studentessa universitaria che come tutte le ragazze predilige i pantaloni (ma non jeans), ha una vita
sedentaria (zero sport,anche se sono magra 48 kg per 1.58 di altezza), mangio poca verdura e frutta; sono fidanzata da circa 1 anno e mezzo ma non abbiamo rapporti completi (ci limitiamo a masturbazioni e a rapporti orali), sono vergine; da circa 1 anno sto soffrendo di Candidosi. L'ho curata con diversi antimicotici (attualmente la cura da circa 3 mesi con diflucan 150 mg assumendolo tutte le settimane - anche il mio fidanzato ha assunto 4 capsule per un mese), ho usato diversi detergenti intimi (anche se ora
nessuno: solo acqua), e ho assunto in circa 2 mesi Fermenti lattici (prima una scatola da 20 di enterogermina e poi di lactoflorena), infine sto lavando la mia biancheria con napisan. Vorrei sapere: 1) visto che di tanto in tanto ho ancora prurito, a quali esami dovrei
sottopormi per accertare che genere di Candida ho (le ricordo che sono vergine)? Ho già effettuato diverse volte il tampone, ma senza risultato (dal tampone non risulta candida); e la vulvoscopia. 2) Quanto tempo dovrebbe trascorrere prima di fare gli esami,visto che
sto assumendo il diflucan? 3) È normale che da quando ho scoperto di avere la candida e l'ho
iniziata a curare con antimicotici, i giorni che precedono le mestruazioni mi compaiono sullo slip (rigorosamente di cotone) perdite molto scure? 4) Una normale cura alla candidasi quando dovrebbe durare? O devo rassegnarmi a vivere con ciò per tutta la vita? 5) Ho notato un notevole peggioramento (con prurito e un po' di
bruciore) dopo aver trascorso una giornata a mare: il peggioramento può essere legato al mare? E al fatto che dopo pochi giorni mi sono venute quelle macchie scure e in seguito le mestruazioni? Mi scuso ancora per il disturbo recatole, e la ringrazio anticipatamente.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, la Candida è un fungo che si trova nel nostro intestino e può essere causa di infezione in situazioni particolari, quali l'assunzione di antibiotici, della pillola anticoncezionale, il periodo pre-mestruale, condizioni di stress, infezioni, frequentazione di piscine o spiagge, etc. Tutto ciò per dirle che non esiste una cura definitiva: semplicemente va curata quando si presenta. Però si può cercare di prevenire l'infezione quando si verifica una delle suddette condizioni. Purtroppo non esiste una terapia medica risolutiva, ma una serie di consigli da mettere in pratica. Molte delle cose che seguono, le effettua già, gliene ricordo comunque. Si consiglia di indossare solo biancheria intima di cotone e preferibilmente bianca, di evitare indumenti attillati e sintetici, di dormire senza mutande e senza pigiama, di lavarsi utilizzando detergenti intimi molto delicati o addirittura solo acqua, di asciugarsi senza sfregare, ma solo tamponando o usando il phon, di interporre tra la vulva e gli assorbenti esterni una pezza di cotone, di lavare gli indumenti solo con il sapone di Marsiglia, di bere molta acqua, mangiare tanto yogurt ed evitare i dolci. Provi a seguire questi consigli e se i sintomi dovessero persistere potrebbe ripetere un tampone dopo 15-20 giorni dalla terapia. Potrebbe essere utile, se non lo ha mai effettuato, fare un esame della glicemia per escludere un eventuale problema di diabete. Talvolta si consiglia anche il trattamento del partner. Per quanto riguarda le perdite scure all’inizio della mestruazione, non dovrebbe esserci alcuna correlazione né con l’infezione, né con la terapia. Per qualsiasi dubbio si rivolga al suo ginecologo.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!