Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

11-09-2006

Gentile dottore, mio padre, 82 anni, affetto da

Gentile Dottore, mio padre, 82 anni, affetto da Epatite C da 14 anni curato con successo con Interferone ad alte dosi nei primi anni dalla scoperta del male, esegue semestralmente analisi del sangue e annualmente ecografie addominali per monitorare lo stato del fegato. Fino ad oggi tutto sotto controllo ma all'ultima ecografia epatica il referto è stato il seguente: ECOSTRUTTURA FINEMENTE E DIFFUSAMENTE DISOMOGENEA. PRESENZA A CARICO DEL FEGATO DI SN DI 2 FORMAZIONI IPERECOGENE DI MM.19 E MM.17, LINFONODO ILARE DI MM.25. E' stata richiesta a seguito TAC con MDC che siamo in attesa di eseguire. Mi puo' spiegare cosa potrebbero essere queste formazioni e il linfonodo e se puo' significare ripresa di malattia o inizio di malattia tumorale. grazie Rosella.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il riscontro del linfonodo ilare di 25 mm, può essere semplicemente associato alla malattia epatica cronica da HCV precedentemente diagnosticata e non è necessariamente espressione di ripresa della malattia. I 2 noduli epatici, soprattutto se precedentemente non erano stati mai osservati, devono essere sottoposti ad approfondimento diagnostico mediante TC o RMN, in quanto è necessario che venga del tutto escluso che possa trattarsi di lesioni nodulari tumorali.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!