02-04-2008

Gentile dottore mio suocero, affetto da epatice c,

GENTILE DOTTORE MIO SUOCERO, AFFETTO DA EPATICE C, HANNO DIAGNOSTICATO UN EPATOCARCINOMA DI CIRCA MM 47. DOPO DUE TRATTAMENTI DI CHEMIOEMBOLIZZAZIONE E' STATA EFFETTUATA UNA NUOVA TAC I CUI RISULTATI SONO I SEGUENTI: IMMODIFICATI GLI ESITI FIBROSCLEROTICI IN SEDE APICALE SINISTRA, CON MODESTA RIDUZIONE DI VOLUME DELL'EMITORACE CORRISPONDENTE. NON LESIONI NODULARI A CARICO DEL PARENCHIMA POLMONARE. PERVIE LE VIE AEREE PRINCIPALI. REGOLARE DELINEAZIONE DELLE STRUTTURE MEDIASTINICHE. NON TUMEFAZIONI LINFONOIDALI A LIVELLO DEL MEDIASTINO ED IN SEDE ILARE BILATERALE. CAVITA' PLEURICHE LIBERE DA VERSAMENTO. AL VI SEGMENTO EPATICO LA FORMAZIONE NODULARE DI 47MM PRECEDENTEMENTE SEGNALATA MOSTRA ALCUNE PICCOLE IPERDENSITA' CONTESTUALI ALL'ESAME DI BASE, ESPRESSIONE DI PREGRESSO TRATTAMENTO. DOPO INFUSIONE DI MDC PERMALE L'IMPREGNAZIONE ARTERIOSA ED IL PROGRESSIVO WASH-OUT IN FASE TARDIVA. RENE DX E SX IN SEDE DI DIMENSIONI E CONTORNI NEI LIMITI DELLA NORMA IN ASSENZA DI ALTERAZIONI DELLA NORMALE IMPREGNAZIONE. REGOLARE DELINEAZIONE DI PANCREAS. SPLENOMEGALIA. PICCOLI LINFONODI CENTRIMETRICI ALL'ILO EPATICO ED IN SEDE CELIACA. CAVITA PERITONEALE LIBERA DA VERSAMENTO. VESCICA DISTESA A PARETI REGOLARI INDENNE DA LESIONI ENDOLUMINALI. ATTENDO VOSTRA CORTESE RISPOSTA. RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il trattamento del nodulo tumorale epatico sembra che abbia sortito un effetto parziale. Pertanto dovrebbe essere valutato per un ulteriore terapia per completarne la eliminazione, eventualmente mediante terapia ablativa per cutanea (alcolizzazione o termoablazione), se possibile.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna