Gentile redazione di Paginemediche, vorrei porre un quesito: ho 33 anni sono alto 178 cm e peso 95 chili, da sei anni sono affetto da ipertensione arteriosa, ovvero ho la minima alta, varia da 95 a 112 e oltre. In questi anni sono stato ricoverato ben cinque volte per cercare di capire la causa dell’ipertensione, ma ancora oggi nessuno mi ha saputo... Leggi di più dare risposte esaustive. Negli anni ho cambiato diversi farmaci, Lobivon, Cardura, Atenol, Coversyl e tanti altri, ma funzionavano solo per breve tempo e neanche tanto bene. Non mi hanno mai trovato cause organiche, i reni funzionano benissimo, non ho problemi della tiroide, gli svariati esami del sangue non hanno mai riscontrato problemi, i valori come colesterolo, trigliceridi, glicemia, transaminasi ecc. sono sempre rimasti nella media o comunque non preoccupanti a detta degli specialisti. Anche il cardiologo dopo gli esami specialistici (elettrocardiogramma, eco-cuore, Holter e altri esami) non ha riscontrato problemi cardiaci. Da cinque mesi mi capita di avere anche la massima alta, varia da 140 a 160, ma la cosa ancora più strana che si verifica è passare da una pressione di 140 – 95 a una pressione di 100 – 60 senza l’assunzione di nessun farmaco! assurdo ma vero. Passare da una pressione alta ad una bassa è una esperienza terribile, da due settimane a questa parte la pressione è quasi sempre bassa ( minima e massima) mi sono venuti ben sei collassi cardiocircolatori per un eccesso di pressione bassa, tanto che mi sto astenendo dal prendere i farmaci, altrimenti abbasserebbero ulteriormente la pressione. Dimenticavo la cosa più importante, dopo ogni ricovero che duravano dai dieci ai quindici giorni sia in centri pubblici che privati, il responso finale era sempre lo stesso, siccome non trovavano cause organiche tutti mi inviavano dallo psicologo della struttura, e tutti mi hanno prescritto dei farmaci così detti anti-stress, attualmente il medico mi ha prescritto il Sanax da 0.50, devo assumerne tre pastiglie ogni giorno, una alle 8, una alle 15 e l’altra alle 22. Sono stato definito un paziente ansioso e stressato, possibile che questi fattori influiscano così gravemente sulla pressione arteriosa? Evito cibi grassi, uso pochissimo sale, non bevo, non fumo, sto cercando di dimagrire, perché tutti gli specialisti mi hanno consigliato di perdere peso, anche se hanno precisato che nel mio caso il soprappeso non ha influenzato gli accertamenti clinici, ma in via precauzionale è meglio calare di peso. Dopo gli ultimi collassi il medico mi ha consigliato l’ennesimo ricovero per accertamenti. Da quanto vi ho raccontato cosa potete dedurre e consigliarmi, grazie. Andrea.