03-06-2008

Gentili dottori, sono un ragazzo di 25 anni e

Gentili dottori, sono un ragazzo di 25 anni e soffro di ansia (sto in cura da uno psicoterapeuta per questo ed ho preso per un mese lo xanax). La gran parte della mia ansia è associata alla costante paura di avere il cuore non sano, da quando circa 4 anni fa ho cominciato ad avvertire delle extrasistoli saltuariamente. Fino ad allora praticavo sport e una vita dinamica mentre adesso, anche a causa dell'attività che svolgo (studio), e dell'ansia, è diventata piuttosto sedentaria (non fumo e non bevo). Nessuno in famiglia ha mai avuto problemi di cuore. Circa 9 mesi fa sono andato dal cardiologo ed ho fatto un ECG + visita cardiologica. Lui mi ha detto che il cuore era sanissimo, e per un po' di tempo mi sono tranquillizzato, solo che da 1 mesetto queste extrasistoli (che durano una frazione di secondo e mi vengono diverse volte al giorno) sono ricominciate . Ho costantemente il terrore di avere un infarto da un momento all'altro. La domanda è banale, ma per me vitale: ritenete opportuno un esame più approfondito (tipo Holtler ed ecocardiogramma)?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Non deve fare nessun esame, deve alternare lo studio con un'attività fisica aerobica costante e aspettare che le cure psicoterapiche facciano il loro effetto.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!