Gentilissimo Dottore. sono un uomo di 46 anni. soffro di un disturbo erettile. In pratica lamento una non adeguata rigidità dell’asta, la qualità erezione varia al variare della posizione.Mi sono rivolto a due noti andrologi e dai controlli effettuati non risultano problemi organici , esami ormonali e ecocolordoppler penieno nella norma, riporto le... Leggi di più conclusioni dell’ultimo doppler: picco sistolico di base e dopo farmaco infusione di 10 ng di PGE1 con valida risposta e senza incompetenza veno occlusiva.L’andrologo mi ha proposto di intraprendere percorso psicologico non rilevando niente di organico.Vi chiedo un ecodoppler nella norma è in grado di escludere cause vascolari o è un esame che da indicazioni di massima del tipo elettriocardiogramma del cardiologo che se è negativo non esclude che si possa avere un infarto??? Secondo il vostro parere devo fare ulteriori esami per escludere problemi di natura organica, in particolar modo di fuga-vena cavernosa??? Nel ringraziarvi vi porgo i miei cordiali saluti.