Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Potrebbe essere un problema epatico o colico o entrambi

Gentilissimo Dottore,sono un uomo di 46 anni, da circa un anno soffro di un disturbo al fianco destro che ultimamente si è un pò acuito, avverto un fastidio in zona sotto epatica, come un senso di gonfiore ed un doloretto che non è fortissimo ma sicuramente fastidioso, inzialmente si trattava soltanto di fastidio comunque e ricordo che nel corso degli anni questo fastidio l'ho già avuto ma poi regrediva improvvisamente e spontaneamente.Come dicevo ultimamente il fastidio è divenuto anche doloretto, spesso localizzato a destra, davanti ma altre volte anche dietro come fosse interessato il rene, in alcune ore della giornata ho perfino "fastidio£ a passare dalla posizione seduta a quella in piedi perchè sento come un pallone gonfianto un pò dolente.Al mattino al risveglio il problema è nullo o quasi inesistente ma dopo un pò comincia ed in certe giornate me lo porto per tutto il giorno, inoltre ultimamente sono sorti anche dei borborigmi che non necessariamente sono legati all'ingestione di cibo. ho fatto 2 ecografie e non ci sono problemi di calcolosi se non delle microlitiasi ai reni a quanto pare non importanti, ne di altro se non una leggera steatosi, non ho perdita di appetito ne di peso, ammetto di essere un soggetto ansioso anche se cerco di controllarla senza assumere ansiolitici e che in questo periodo ho molti problemi che mi assillano, in ogni caso ritengo forse erroneamente che riesco a controllare l'ansia, ma forse è solo una illusione, preciso che non ho scariche diarroiche, ne muco, ne noto altro nelle feci se non spesso una certa consistenza molliccia e credo un colore chiaro, non eccessivamente però, prendo del debridat a pranzo e a cena ed al mattino mezza compressa di lucen da 40, perchè ho terminato da poco la terapia per l'eradicazione dell' helicobacter pilory quindi sto assumendo ancora soltanto il protettore gastrico, a volte piegandomi e sollecitando il fianco dentro comincio ad avere il doloretto o i borborigmi, ho parlato con un medico che conosco e lui mi ha rassicurato senza visitarmi che potrebbe trattarsi di un qualche problema alla colonna vertebrale, o alla microlitiasi o addirittura a stress, non so più cosa pensare e non so se è il caso di andare da uno specialista o cercare di tranquillizzarmi ed aspettare che il problema si risolva spontaneamente magari perchè ho risolto altri aspetti della mia vita, Lei cosa ne pensa? Quale è il Suo consiglio? La ringrazio anticipatamente. S.
Risposta del medico
Specialista in Gastroenterologia
Le consiglio di assumere qualcosa per la steatosi come EPATOP CPR : q al giorno per almeno 6 mesi e poi associarei del CARBAGIL CPR da assumere 2 al mattino e 2 la sera dopo i pasti, eviterei le verdure cotte. Un saluto e mi tenga aggiornato
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Colonproctologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Cantù (CO)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Messina (ME)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia
Santeramo in Colle (BA)
Specialista in Gastroenterologia
Catania (CT)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Specialista in Gastroenterologia e Reumatologia
Milano (MI)
Specialista in Gastroenterologia
Castel Volturno (CE)
Specialista in Gastroenterologia
Palermo (PA)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Cagliari (CA)