Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

30-07-2012

Gestione complicanze post-operatorie

SALVE MI SONO OPERATA E RIFATTA IL SENO IL 4 GIUGNO DOPO 10 GG MI USCIVA IL PUS IN GRANDE QUANTITà DOPO AVER PRESO IL ROGIFIN IL 9 LUGLIO MI HANNO FATTO IL LAVAGGIO DELLE PROTESI E RICHIUSA STESSA COSA IL 24 LUGLIO MI HANNO OPERATO E TOLTE LE PROTESICOME MAI?
Risposta di:
Dr. Rosalia Lavagno
Specialista in Chirurgia plastica‚ ricostruttiva ed estetica
Risposta
Cara Signora, per sua sfortuna, ha sperimentato direttamente una delle complicanze connesse all' intervento di mastoplastica additiva, ovvero l'infezione in sede di impianto. Dalle più recenti fonti di letteratura, studi condotti dall'Universita del Michigan hanno dimostrato che la percentuale di infezioni successive ad un intervento di mastoplastica additiva per scopi estetici varia dal 1.1% al 2.5%, invece per le procedure ricostruttive post mastectomia raggiunge il 35%. Molte infezioni sono dovute agli organismi che vivono sulla pelle e possono svilupparsi, come nel suo caso, molto presto successivamente all'atto operatorio, in altri casi invece, possono esacerbarsi dopo molti anni dall'intervento. La diagnosi clinica del problema avviene con il rilevamento del dolore della mammella, del gonfiore o edema dell'area e del suo arrossamento o eritema. Il drenaggio eco-guidato e la coltura del liquido periprotesico completano il tutto. Una terapia antibiotica mirata e la rimozione delle protesi, in attesa che si risolva il quadro, sono i successivi passi secondo le linee guida di gestione di queste complicanze. I controlli stabiliti dal suo chirurgo permetteranno di montorizzare l'andamento della sua guarigione e con lui valutare come procedere in futuro. Tenga in considerazione di non avere fretta, del resto la sua salute e' la cosa piu' importante da salvaguardare.
TAG: Chirurgia plastica‚ ricostruttiva ed estetica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!