Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-01-2013

Gravidanza e sindrome da raffreddamento

Buongiorno sono alla 33a settimana di gravidanza. 20 giorni fa, dopo tre settimane di tosse e alla fine qualche linea di febbre mi é stata diagnosticata una bronchite, senza auscultazione, curabile con sei giorni di ampicillina che ho aumentato a otto. Il problema sembrava quasi rientrato senonché il mio bimbo piccolo ha avuto una ricaduta e cosí anche io. Per evitare farmaci mi sono affidata ai metodi naturali tipo latte, chiodi di garofano e miele caldo. Da ieri anche i fumenti. Non so se l'utilizzo di oli essenziali, forse non propriamente idonei, nei fumenti possa aver contribuito all'irritazione delle mucose e quindi al peggioramento ma ora ho un dolore retrosternale che prima non avevo e un espettorato color giallo ocra. Vorrei sapere se questo repentino cambiamento, legato penso ai fumenti, sia il naturale decorso e debba proseguire senza preoccuparmi o se invece stiano precipitando le cose e debba affidarmi nuovamente agli antibiotici. Mi sento piuttosto debilitata e non riesco piú a parlare senza iniziare una serie di colpi di tosse, sempre grassa,dolorosi e spossanti. Grazie..
Risposta di:
Prof. Giuseppe De Simone
Specialista in Malattie dell'apparato respiratorio
Risposta

Il ricorso ai fumento è utile anche senza l'aggiunta di oli essenziali il cui effetto ed efficacia rimane dubbio se non legato a volte alla gradevolezza del profumo emanato e che comunque se malamente utilizzati possono causare irritazione delle mucose. Coniderato il periodo di gestazione e la sicurezza di alcuni  farmaci può ricorrere all'aerosolterapia con cortisonico e soluzione fisiologica...il ricorso all'antibiotico deve essere valutato volta per volta..

TAG: Malattie dell'apparato respiratorio | Polmoni e bronchi
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!