Nel 2004 mi è stata riscontrata una epatite C cronica genoma 1b.Nel corso di di questi 5 anni le transaminasi hanno fatto alti e bassi con valori che comunque non sono mai andati oltre 3-4 volte quelli normali.Una biopsia epatica ha rilevato una epatite di 3 livello.Per oltre 2 anni sono stato trattato con ribavirina per abbassare le transaminasi e per 6 mesi ho fatto l'interferone(sospeso per sopravvenuta fibrosi polmonare dovuta al cordarone.)Naturalmente la cura si è dimostrata inefficace,il virus che si era negativizzato è riapparso e le transaminasi sono risalite.La mia domanda è questa:nella peggiore delle ipotesi(trattamento inefficace-transaminasi trattate solo con ribavirina ma non risolutive)quali sono le prospettive di vita?Tale domanda fatta al mio epatologo non mi dato mai risposte esaustive.Informatevi su una evoluzione della malattia nel peggiore dei casi.Grazie e cordiali saluti