Gentile dottore, mia madre 66enne a seguito di un eco addome che mostrava linfonodo all'ileo epatico di 14mm ha eseguito esami hcv e ha scoperto di essere positiva al l'epatite C. Siccome trattasi di una scoperta puramente casuale io mi "studio" la sua storia clinica partendo dal 2005 fino ad oggi è comprendo che è sempre stata positiva all ' hcv quindi cronicizzata nel tempo, ma nonostante ciò ha sempre riportato valori alt, got, gpt nella norma idem le piastrine, per cui il campanello "dall'allarme" è stato proprio il linfonodo all'ilo. ( tale linfonodo era stato già osservato nell anno 2013 da una altra eco con uguale dimensione, non si è mosso). Detto ciò siccome mia madre è stata ed è del tutto asintomatica è possibile che nel corso degli anni questa patologia si sia evoluta in altro (magari cirrosi) ed eventualmente secondo lei è necessario fare ulteriori approfondimenti? Ribadisco che le analisi sono con valori nella norma e che la positività hcv persiste da anni. Chiaramente il suo rimane un consulto perché prenderò provvedimenti personalmente per condurla da un epatologo per avviare una terapia.. Mi scuso per essermi dilungata così tanto ma ultimamente di fronte a questo problema non riesco a mantenere la calma trasmettendo ansie anche a mia madre.. In attesa di risposta saluto cordialmente