Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-11-2013

Ho 39 anni e mio padre è morto per un tumore ai

ho 39 anni e mio padre è morto per un tumore ai polmoni ma poi si è scoperto che aveva anche un tumore alla prostata.a 36 anni così per controllarmi, ho eseguito il dosaggio del PSA risultato nella norma ma ciò che vorrei chiedere è se Il solo dosaggio del PSA indica se c’è un tumore in corso? Qui su internet si capisce poco o niente perché chi dice di si e chi dice di no; se la famigliarità è un fattore importante? E se si, si considera famigliarità se il tumore è insorto in mio padre in età avanzata? Dico questo perché sempre qui su internet un Dottore afferma che non vengono presi in considerazione i tumori per famigliarità dopo i 40 anni,dato che ci si ammala di tumore solo per l’invecchiamento delle cellule dovute all’età che avanza. E’ così?A che età devo iniziare i primi controlli? E quali controlli dovrò eseguire?Spero che basti il PSA anche se in alcuni siti su internet c’è scritto che non sempre questo dosaggio indica se c’è una malattia in corso;Siccome vado spesso ad urinare, il medico di famiglia mi fece fare l’esame delle urine che andavano bene e così mi disse che sicuramente era un problema d’ansia dato che sono un uomo piuttosto ansioso.Secondo Lei l’esame delle urine poteva bastare? Oppure bisognava prendere in considerazione una malattia prostatica data la famigliarità?Data la famigliarità quasi sicuramente andrò incontro a questo tipo di tumore?Queste domande me le pongo spesso ed è per questo che Le porgo a Voi e spero potrete darmi tutte le delucidazioni di cui ho bisogno. Grazie
Risposta

GENTILE SIGNORE,

ho preso visione della Sua e-mail e direi di non preoccuparsi. Farei dei controlli una volta l'anno esclusivamente del PSA totale.

Cordiali saluti.

Dott.Famiano Meneschincheri

TAG: Reni e vie urinarie | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!