30-03-2008

Ho 79 anni. da una ventina d'anni soffro di

Ho 79 anni. Da una ventina d'anni soffro di episodi di fibrillazione atriale parossistica attualmente curata con l'assunzione di cordarone 200 mg per 5 giorni settimanali. Nonostante la profilassi in atto tali episodi si ripresentano a distanza di alcuni mesi ed a volte anche di qualche anno. I miei cardiologi la definiscono una forma idiota di FAP in quanto non correlato ad alcuna patologia cardiaca. Gradire sapere se l'eventuale impianto di un apposito pacemaker potrebbe essere utile alla risoluzione del il mio problema. Grazie Luigi Baranelli
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il pacemaker di per sé non serve a nulla per evitare gli episodi di fibrillazione atriale (serve solo per dare un ritmo più elevato al cuore nel caso la sua frequenza sia troppo bassa). Per evitare gli episodi di FA esistono oggi interventi più complessi, ma se tali episodi sono abbastanza rari, come mi sembra di capire dalla sua domanda, mi sembra che il bilancio rischio/benefico sia tale da consigliarle di non affrontare al momento interventi più complessi rispetto alla profilassi medica che sta eseguendo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare