Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-01-2003

IgA

Le scrivo il mio problema che mi sta facendo impazzire. Tre mesi fa ho subito l'asportazione per via laparoscopica dell'Ovaio sx per una grossa cisti di 10 cm. e di conseguenza anche la tuba annessa. Durante l'operazione mi è stato tolto un piccolo Fibroma all'utero e dalla parte destra sono state tolte aderenze all'appendice già operata 30 anni prima. La mia tuba sinistra risulta infiammata. Insomma un disastro! Il mio ginecologo per questa infiammazione mi ha fatto eseguire gli esami del sangue per la clamidia, risultato positivo igg assente iga e positivo igm. Dopo due cicli con bassado ho ripetuto gli esami (forse troppo presto) ed i valori di igg e igm sono saliti: sono in attesa di eseguire un altro esame degli anticorpi. Domanda premetto di avere una vita sessuale normalissima con rapporti da 4 anni a questa parte solo con il mio compagno e sono sicura anche dall'altra parte. Quindi non riesco a capire se questa Infezione può essere stata portata da altre cose: è possibile che dopo due cicli di antibiotici il mio igm sia ancora positivo? Quali altre cure ci sono perché oramai sono spaventata non avendo ancora capito se questa infezione è stata la causa della mia situazione. Mi scusi per la domanda troppa lunga e grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, il parametro più importante per valutare il decorso dell’infezione da Chlamydia è l’andamento delle IgA. Le IgM per questo tipo di infezione sono poco significative. Ne riparli con il suo ginecologo.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!