Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-05-2008

Il Pacemaker e il controllo della brachicardia

salve mia mmma di anni 56, 10 anni fa ha subito un trapianto del pace maker modello dd2470 causa una bradicardia sostenuta(28 pulsazioni al max!)...a settembre viene sostituito lo stesso inmmettendole un modello differente(quando abbiano letto la cartella ce ne siamo rese conto)ovvero symphony d2470.....ad oggi anzi il mese scorso ha avuto forti fibrillazioni e il medico ha consigliato l'uso per un mese di rytmonorm regredendo queste fibrillazioni ma creandole bradicardie intense...mi iedo dunque..in un soggetto bradicardico è normale far utilizzare questo medicinale per così tatnto tempo?cosa potrebbe fare?è normale o è a rischio assumerle ancora(sono 2 settimane circa!!)?è normale che i medici si rifiutino a farle un controllo del pae maker e non uin semplice ecg????grazie tante...sono preoccupatissima e disperata...malasanità troppa ce n'è!
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Dato che sua mamma ha appunto il pacemaker, la bradicardie non sono più un problema. Pertanto va bene l’uso del ritmonorm per curare la fibrillazione atriale
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!