02-03-2006

il ritardo del linguaggio va inquadrato nel suo complesso

Buongiorno, Mi chiamo Rino ed ho 38 anni, ho un bambino di 2 anni e mezzo che a tutt'oggi non parla se non con dei vocalizzi spesso non associati. Ci siamo rivolti ad un centro della nostra città (Avellino) per la precisione al CEntro Australia e dopo una valutazione del prof. Vittozzi ci ha in dicato di farlo seguire dalla psicomotricista all'interno stesso del centro. A gennaio ci hanno prenotato per una visita all'ospedale Landolfi dei "Potenziali Evocati Uditivi" di Solofra (AV) per il 27 di febbraio. Purtroppo alla data indicata abbiamo avuto la sgradita sorpresa di non trovare il tecnico addetto e questo tipo di esami e che non sapevano quando questo tecnico sarebbe più rientrato. Tralasciando la nostra delusione per il sistema sanitario nazionale, e l'Ansia che ci attanaglia per la situazione Vorremmo sapere dove è possibile effettuare l'esame sopra citato per poter poi procedere al più presto. Ovviamento per noi andrebbe bene anche uno studio privato quanto più vicino possibile alla nostra città. Anticipatamente ringrazio.
Risposta
Egr. signor Rino l' esame di cui parla viene effettuato anche presso la nostra Struttura. Per informazioni deve rivolgersi dal Lunedi al Venerdì a questo numero: 081-7472726, ambulatorio di neurologia pediatrica. Suggerirei, però, un inquadramento generale per conoscere se si tratta solo di isolato ritardo del linguaggio o di un ritardo psicomotorio generale che richiederebbe ulteriori indagini per una migliore valulazione. risposta a cura della dott.ssa Pisanti della Unità Operativa Semplice di Neurologia pediatrica presso l'UOC di Pediatria.
TAG: Bambini | Pediatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!