rif a consulto codice:494R65279B.Gentile dottore grazie davvero della sua celere e precisa risposta.In effetti mi son informata molto su internet in questi giorni e ho sempre trovato che per prostate di dimensioni come quella di mio padre l'adenomectomia non è propriamente indicata e risulta essere un intervento pesante.L'urologo che dovrebbe opoerare mio padre ha detto invece che preferisce procedere cosi',senno'in altri modi l'intervento durerebbe molto di piu'in termini di tempo con tutti i problemi del prolungarsi dell'intervento stesso.Ora mi chiedo:è possibile far cambiare idea sul suo modo di operare all'urologo o forse è consigliabile rivolgersi in un'altra struttura(a questo punto privata) e optare per l'operazione tramite uretra o col laser?Son davvero molto in ansia e indecisa sul da farsi anche perchè non vorrei venissero applicate 'penali' se un paziente che ha gia' concluso l'iter del prericovero,(come è di fatto per mio padre)cambiasse idea e chiamato per farsi operare,non desse piu' il proprio consenso.Grazie davvero ancora se vorra' rispondermi.