Salve, sono una studentessa di infermieristica pediatrica di 20 anni un pò preoccupata perchè circa dieci giorni fa ho cominciato ad avere i sintomi che mi sono sembrati quelli di una banale influenza con mal di testa, sonno e stanchezza che credevo dovuta anche al fatto che la facoltà universitaria che frequento richiede stress quotidiano e corse... Leggi di più a destra e a manca per il tirocinio che mi tocca nei diversi ospedali di napoli e provincia. Il giorno dopo ho cominciato ad avere un forte raffreddore chiuso con naso otturato che mi costringeva a respirare con la bocca; nel frattempo il malessere generale continuava ad affliggermi. Questa situazione è durata per 3-4 giorni fin quando ho cominciato ad assumere un mucolitico (Bisolvon) che mi ha fatto sentire apparentemente meglio. Il giorno successivo mi sono recata all 'università e fra stazioni, corse e mal tempo mi sono raffreddata e dalla sera stessa ho cominciato a stare di nuovo male... Tutt'ora si alternano giorni in cui mi sento relativamente bene a giorni di malessere con emissione di muchi verdognoli , mal di gola (subentrato intorno al 5-6 giorno) e tosse abbaiante ma nel corso della giornata poco insistente... Sono passati ormai 10 giorni ma non vedo alcun miglioramento della situazione... sono contraria a medicinali vari, antinfiammatori ,antibiotici ,ecc. Ma comincio ad aver paura che questo raffreddore possa essere precipitato a bronchite. Lei cosa ne pensa?? Può essere necessaria una cura antibiotica ? Grazie e buona serata