Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-02-2007

iperamilasemia,colecistectomia

Più di un anno fa mi sono operato, togliendomi la cistifellea, a causa di alcuni calcoli che mi avevano causato una pancreatite acuta. In seguito mi sono sottoposto spesso all'analisi dell'amilasi e i valori sono sempre stati sopra la norma. Nel dettaglio, gli ultimi che ho fatto riportavano un valore dell'amilasi totale di 214 U/L e di quella pancreatica di 103 U/L. Quale può essere la causa di queste alterazioni? Può essere ancora la conseguenza dell'operazione? Può essere diventata una pancreatite cronica?
La ringrazio per la cortesia
Luigi LUCIBELLI
Risposta di:
Luigi LUCIBELLI
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio e Medicina d'emergenza-urgenza
Risposta
Gentile signore può succedere che valori degli enzimi pancreatici possano rimanere elevati dopo una pancreatite acuta e tra le cause più frequenti sono cicatrici o malfunzionamento dello sfintere di Oddi ( valvola attraverso cui passa il succo pancreatico e la bile per gettarsi nell'intestino) come esiti della pancreatite acuta. Il solo incremento delle amilasi non significa necessariamente patologia cronica del pancreas, alcune persone possono avere costante incremento degli enzimi pancreatici come anomalia costituzionale. Per chiarire meglio il suo quadro può rivolgersi al nostro ospedale per una visita e una migliore definizione del suo disturbo
TAG: Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!