Gentili Dottori, ho 85 anni, godo di discreta salute, sono iperteso da oltre 50 anni, con ipertensione sempre ottimamente controllata (valori pressori120-130/60-80) solo da circa tre mesi a questa parte il valore della massima si è elevato 160/170 la minima è sempre 60/75. Soffro, inoltre, di una lieve insufficienza renale cronica e di una... Leggi di più ipercalcemia da circa 6 anni.Da sei anni, cioè da quando è stata diagnosticata l’insufficienza renale cronica e l’ipercalcemia, sono seguito da nefrologi.Si tratterebbe a loro dire di irc da senescenza ben controllata.Il mio medico curante al fine di valutare bene questo rialzo pressorio mi ha prescritto esami del sangue e la visita di controllo dal mio nefrologo.In seguito agli esami i valori risultati sono i seguenti:creatinina siero 1,6 MG/100ML;urea siero 96,2 MG/100ML;;acido urico siero 5,78 MG7100ML;sodio plasma 140 MG/100MLpotassio plasma 5,90;calcio 11,06 MG/100ML;bicarbonati 22,7 MEQ/Lfosforo inorganico 2.53 MG/100ML;paratormone (PH INTATTO) 304 PG/ML,Ca++ 1,43 mmol/L fosfato inorganico urine 0,033 G/100MLfosfaturia 24 ore 0,46 G/24Hconcentrazione creatinina urine 53 MG/100MLmicroalbuminuria spot 25,81 MG/Lcreatinina urinaria 54 MA/100MLcreatinina clearance (PESO 62 KG-ALTEZZA 162 CM) 34 ML/MINconc. microalbumina 10.19 MG/Lmicroalbuminuria temporizzata 9.9 MICROG/MINfosfato inorganico nelle urine 0.041 G/100MLIl nefrologo mi dice che la situazione renale è stabile rispetto ai controlli degli anni precedenti. Anche l’ipercalcemia è più o meno algli stessi livelli, solo il paratormone è negli anni un po’ aumentato (nel 2011 era 266, nel 2012 era 264) e mi ha consigliato una ecografia alle paratiroidi per accertare la natura dell’ipercalcemia, poiché a suo dire questa “non èiperparatiroidismo secondario all’insufficienza renale cronica (vedi ipercalcemia)”.L’esito dell’ecografia alle paratiroidi è la seguente: “L’indagine non mette in evidenza sicure immagini riferibili a paratiroidi patologicamente aumentate di volume nelle sedi eutopiche ed in retrogiugulare, è riconoscibile la paratiroide superiore sinistra con diametro massimo di 3,5 – 4 mm.”Il medico che ha effettuato la suddetta ecografia mi ha riferito che a suo parere l’ipercalcemia è dovuta all’insufficienza renale cronica e non ad un iperparatiroidismo primario.Consultato nuovamente il nefrologo questi riafferma che secondo lui l'ipercalcemia non è una conseguenza dell’insufficienza renale cronica, perché se fosse così si avrebbe un’ipocalcemia e non una ipercalcemia.Voglio sottolineare, inoltre, che in quest’occasione non è stato effettuato l’esame del 25 (OH) VITAMINA D che nel mese di novembre del 20111 era 10,7 All’esito di questi esami il mio medico curante ed il nefrologo hanno adeguato la mia terapia antipertensiva:VALSARTAN 80 MG 1 cmp alle ore 07.00LASIX 25 MG 1 cmp alle ore 11.00CARDIOASPIRIN 100 MG 1 cpm dopo pranzoSORBISTERIT 1 misurino dopo pranzoZYLORIC 300 MG 1 volta al giornoIPERTEN 20 MG 1 cmp alle ore 18.00CARDURA 2 MG 1 CPM alle ore 18.00FOLINA 5 MG a giorni alterniInoltre il mio medico curante mi ha prescritto 20 gocce alla settimana di DIDROGYL, ma il mio nefrologo mi ha detto di non assumerlo fino a quando non si sia accertata la natura dell’ipercalcemia.Ora Vi chiedo gentili Dottori, secondo voi la mia ipercalcemia da cosa è determinata?Dall’insufficienza renale cronia?Da un iperparatiroidismo primario?Da un iperparatiroidismo legato alla carenza di vitamina D?O da altro?Inoltre vorrei chiedere a Voi consiglio circa l’assunzione o meno del DIDROGYL.Ringrazio anticipatamente.Aldo