Salve,il mio quasi marito, di 32 anni ha problemi all'udito, riscontrati già nell'infanzia ma solo da circa 5 anni utilizza un apparecchio acustico sul lavoro.La sua è una patologia congenita: durante la crescita mi pare la mandibola o altro premevano sul timpano e così ora gli è stata riscontrata una sordità del 60 % per quanto riguarda la... Leggi di più frequenza della voce.Questa patologia gli crea non pochi problemi, dal momento che, nonostante l'utilizzo dell'apparecchio acustico, la correzione datagli da quest'ultimo non è comunque totale.Ha difficoltà a capire correttamente mentre gli parlano al telefono e spesso è costretto a chiedere di ripetere.A questo punto mi chiedo: potrebbe rientrare nelle categorie protette? Consiglia la visita oppure questo tipo di problemi non hanno a che fare con ciò?Non cerchiamo una pensione o cose simili, bensì sapere se ha diritto a qualche agevolazione per esempio in ambito lavorativo o quant'altro.In caso la risposta fosse affermativa, mi saprebbe gentilmente dire quale sarebbe l'iter di visite per verificare tutto quanto?La ringrazio anticipatamente.