Gentile dottore sono il papà di una bambina di 4 anni. Recentemente sono stato convocato dalle maestre dell'asilo in quanto ritengono opportuno una visita da un neuropsichiatra infantile. Nello specifico mi dicono che:in fase di narrazione e conversazione la bambina rimane in disparte e non partecipa attivamente al dialogo e al confronto;durante... Leggi di più l'ascolto di un testo la bambina si isola per lunghi periodi e solo dopo averla chiamata più volte torna ad essere presente nel gruppo;durante l'elaborazione grafico-manuale la bambina lavora molto per imitazione e soprattutto si osserva che per tutto il tempo e anche oltre resta seduta al proprio posto;nel gioco libero si avvicina al gruppo ma raramente partecipa;nella maggior parte dei casi si limita ad osservare senza parlare anche quando gli altri le rivolgono delle domante;tutte le attività svolte dalla bambina a scuola sono accompagnati da lunghi silenzi;non mostra spirito di iniziativa ma risponde solo a semplici richieste che le vengono rivolte;durante l'attività motoria, l'andamento scoordinato e il suo scarso equilibrio, la mettono a rischio caduta.Detto ciò vorrei sottolineare che la bimba a casa è completamente diversa nel senso che parla a noi genitori, ci racconta di tutto. Gioca in continuazione e non si ferma un attimo. Per quanto riguarda l'attività motoria posso solo dire che va in giro con i pattini. E quando si trova con la sorella o la cuginetta sua coetanea o altri amichetti suoi a casa gioca e partecipa a tutto quello che fanno. Io sinceramente non so cosa pensare. L'unica cosa che noto è che la bimba ha una sorta di rifiuto con l'asilo in quanto notiamo che il venerdi ci ripete in continuazione che l'indomani è sabato e non deve andare all'asilo. Io non so che pensare e soprattutto cosa fare. Mi dareste un vostro parere?