Salve signori medici, Mia madre 69 anni, senza gravi patologie in atto, affetta da sindrome di sjogren diagnosticata da qualche anno, sotto controllo e in un generale buono stato di salute (a parte forti dolori reumatici/fibromialgia e diabete mellito tipo 2, sotto controllo valori medio alti, no insulina) da qualche giorno ha fatto una tac ai... Leggi di più polmoni. Il medico di famiglia dopo una visita e auscultazione consiglió la tac per “sospetta interstiziopatia”. Segnalo che mia madre usciva da un forte stato influenzale con febbre tosse, per questo motivo andò dal medico e durante la visita e la tac era ancora influenzata.Segnalo inoltre che quando era piccola (età 10 anni) ebbe una pleurite quasi fatale. Ora il risultato della tac è il seguente: -Vettore tracheale in asse -Ispessimento interstiziale con evidenza di strie fibrotiche in apicale e basale bilaterale -Addensamento parenchimale del segmento antero mediale del lobo medio per recente processo flogistico -Stria dislectasica a sede lingulare inferiore da esiti.-Aspetto diffusamente disomogeneo del parenchimia polmonare “a carta geografica” con associati fenomeni di Air trapping per BPCO. -Non si apprezzano aeree con valori densitometrici a significato patologico negli altri campi polmonari -Assenza di significative tumefazioni linfonodali ascellari e mediastiniche -Non si apprezzano alterazioni densitometriche dei tessuti molli della parete toracica. Può dipendere questo ispessimento rilevato dal processo flogistico in atto o dalla pleurite che ebbe? O è in corso una nuova patologia cronica? Cos’è esattamente? Cosa vuol dire “a carta geografica” ? È tutto ciò una conseguenza della sindrome che ha?C'è da preoccuparsi? Ora sta prendendo antibiotico prescritto dal medico. Grazie per l’aiuto, sono davvero in preda a domande, dubbi, ricerche continue su internet per avere spiegazioni.Confido nel vostro prezioso aiuto. Saluti