10-08-2017

La Pitiriasi rubra pilaris può essere causata dal caldo?

Buondì. Sono un ragazzo di 36 anni, 75 kg 181cm. Sono affetto di Pitiriasi rubra pilaris dal 1989. Ho avuto alti e bassi, con periodi in cui la malattia era presente altri in cui (anche per sei anni di fila) era completamente sparita. Dall'estate 2015 mi sono trasferito di nuovo a vivere in Sardegna e da allora ogni fine estate, nel 2015 a metà Settembre - nel 2016 a fine Agosto - quest'anno a fine Luglio, mi ricompare la malattia. A parte nel 2015 che sono stato spesso sotto il sole (per lavoro facevo il turno 12-16 in un bar ristorante in spiaggia), le altre due estati sono stato molto attento all'esposizione solare, eppure anche questa volta mi ritrovo a dover "combattere" con la malattia.

La mia domanda è: secondo voi, è possibile che, tra i vari fattori scatenanti, il caldo afoso e opprimente di queste estati, quindi l'elevata sudorazione, possano aver scatenato questo problema? Faccio una vita molto regolare, non sono fumatore, non sono un gran bevitore di bevande alcoliche, sono sportivo (faccio escursioni guidate in mountainbike, e anche qui sto molto attento a non prendere troppo sole), quando vado al mare gli orari sono 08.30-10.00 e poi dalle 19. Dal 2002 circa, nei periodi in cui sto male, assumo 30mg al giorno di Aisoskin. Cordiali Saluti

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Caro signore, la P. R. Pilaris è forma facilmente recidivante (a volte l'etiologia è genetica). Nell'adulto può scomparire spontaneamente, così come può durare per 20 anni. Il caldo non dovrebbe avere un effetto scatenante; sicuramente il sole ha un effetto positivo (certo non quando assume isotretinoina). La terapia da lei fatta con isotretinoina orale va bene, in alternativa può usare quella topica o crema a base di urea. Essendo un disturbo probabilmente geneticamente determinato non si può predire se e quando la forma si risolverà definitivamente. Cordialità Corrado Quadrini

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle