12-06-2018

Laparocele permagno in paziente cardiopatico

Salve, mio padre 55 anni, è affetto da laparocele permagno, esito di un intervento per peritonite nel 2011,successivamente heffettuato un intervento di triplo bypass coronarico nel 2015, ora volendo risolvere il laparocele si è recato presso il san francesco di nuoro dove gli hanno sconsigliato l'intervento in quanto un riposizionamento del diaframma potrebbe causare insufficienza respiratoria... Lui è sconsolato non sa cosa fare anche perché il laparocele è voluminoso e ci sono rischi anche se non si interviene... Io sono molto preoccupata potete darmi qualche consiglio su dove rivolgermi magari centri specializzate per questi casi...

Risposta di:
Dr. Michele Malerba
Specialista in Chirurgia bariatrica e Chirurgia d'urgenza e pronto soccorso
Risposta

Buongiorno , da come descritto trattasi di voluminoso laparocele che si inquadra nella classe dei "disastri parietali".

Certo l'intervento chirurgico e' molto complesso perche' prevede, oltre alla risoluzione della s.aderenziale esito del pregresso intervento per peritonite, anche la ricostruzione plastica totale della parete con reti protesiche idonee . Oltre alla complessita' tecnica , bisogna fare anche una idonea e accurata valutazione cardio-respiratoria pre-operatoria ,in quanto anche se la cardiopatia e' piu' protetta dal triplice by pass coronarica, il posizionamento della protesi a livello della parete addominale potrebbe ostacolare le escursioni respiratorie. Quindi le consiglio di rivolgersi a grossi centri ospedalieri con annesso repario di rianimazione . Con cordialita'.

TAG: Addome | Adulti | Anestesia rianimazione e terapia intensiva | Anziani | Apparato Respiratorio | Cardiochirurgia | Chirurgia | Chirurgia toracica | Cuore | Effetti Collaterali | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Torace
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!