07-12-2012

le vertigini da calcoletti nell'orecchio

Buongiorno,Sono una donna di 40 anni, circa un mese e mezzo fa ho avuto delle vertigini mentre mi alzavo e mi giravo nel letto. Nei giorni seguenti accusavo sbandamenti e un senso di svenimento. SOno andata da un otorino il quale mi ha fatto una manovra provocandomi le vertigini, riferendomi che erano dovute al distacco degli otoliti. Da quel momento sono stata meglio e nel giro di cinque giorni tutto è passato. Dopo circa 15 giorni ho riavuto una brevissima vertigine, e i soliti sbandamenti.. sono tornata dall'otorino che mi ha di nuovo fatto la manovra, ma questa volta mi ha detto che in quel momento tutto era a posto. Anche l'esame audiometrico andava bene. Forse erano i postumi della piccola vertigine. Ad oggi continuo a sbandare, camminando (non sempre) mi sembra di andare a destra. Ho avuto anche mal di testa , anche se mi è decisamente migliorato.Vorrei sapere se può trattarsi dell'orecchio o di altra cosa (cervicale, cuore, o peggio??). Ho prenotato una visita cardiologica. Devo fare una risonanza? e nel caso di quale tratto? Grazie infinitamente e saluti
Risposta di:
Dr. Domenico Di MariaDottore Premium
Specialista in Otorinolaringoiatria
Risposta

Gentilissima Signora

quello di cui ha sofferto è la cosiddetta canalolitiasi, la patologia conosciuta come quella da calcoletti nell'orecchio.

Le manovre alle quali si è sottoposta sono corrette per il trattamento di queste vertigini.

La terapia è la riabilitazione infatti con manovre liberatorie.

Di solito dopo la fase acuta persiste l'instabilità o il senso di sbandamento. Le consiglio di riferirlo al suo otorinolaringoiatra.

Non le consiglio di indagare sulla cervicale che mai in tali casi è causa di vertigine, ne tantomeno visita cardiologica (se non vi sono fattori di rishio) ne risonanza magnetica.

Cordialmente

Dott. Domenico DI MARIA

TAG: Otorinolaringoiatria