11-04-2006

Linfedema

Fino a 2 mesi fa assumevo un farmaco inibitore per la pressione alta che ha contribuito con il peso eccessivo alla formazioni di linfoedemi alle caviglie. Il flebologo oltre alle cure necessarie al linfedema, mi ha fatto sostituire il farmaco con un betabloccante (Seles beta). Da quel momento, ogni tanto, specialmente se sono un po' nervosa, ho la sensazione di sentirmi stretta in mezzo al petto. Puo' essere il nuovo farmaco? Per sgonfiare le caviglie lo specialista sta usando il bendaggio compressivo che mi provoca nervosismo, sia perche' non sopporto di sentirmi stretta, sia perche' devo chiedere aiuto a estranei per mettere le fasce. Cosa mi consiglia? Cambio il medicinale per la pressione? Devo fare controlli particolari? Grazie infinite per l'interessamento e scusi il disturbo. Cordiali saluti. Elena.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
I sintomi non hanno relazione con il seles beta. Aggiungerei un diuretico riducendo la dose del betabloccante. Il bendaggio per trattare il linfedema è competenza dell’angiologo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare