Salve, scrivo per conto del mio compagno di anni 37. Da un paio di mesi ha cominciato a sentirsi molto stanco, attribuendo l'astenia al ritorno dell'ansia poiché anni fa soffriva di attacchi di panico, curati con il cipralex e poi risolti. Nell'ultimo mese la situazione di stanchezza è andata peggiorando, tanto che riusciva davvero a fare poche... Leggi di più cose e la mattina si svegliava con occhiaie e negli ultimi 15 giorni con diarrea o feci molli, cosa che perdura a tutt'oggi, ed è un po' dimagrito.Dieci giorni fa, durante un'estrazione del cerume da un orecchio l'otorino ha trovato linfonodi gonfi laterocervicali e gli ha prescritto un'eco, poiché non aveva avuto né infezioni né mal di gola o di denti. Ieri abbiamo fatto un eco da un medico radiologo molto accurato, che ha deciso di controllare l'addome (tutto ok fegato e milza perché si sospettava una mononucleosi), il collo e anche la tiroide, e questo è il risultato: "Tiroide in sede ad ecostruttura diffusamente disomogenea per evidenza nel contesto di multiple millimetriche areole anecoiche. Si apprezza a sx un'immagine ovolare a 3 medio ipoanecoica con modico sbarramento posteriore di dimensione massima pari a 7x6mm. Dap dx 24 mm Dap sx 24 mm Trachea in asse. Lo studio delle principali stazioni linfonodali superficiali del collo ha riportato la presenza di multiple immagini ovolari a margini netti di verosimile natura linfonodale reattiva, la maggiore a sx in sottomandibolare di circa 35 mm. Nella norma il rapporto tra i vasi del collo".Il radiologo ha detto che è necessario ed abbastanza urgente fare un ago aspirato non solo alla tiroide ma anche ai linfonodi e contestualmente fare un emocromo con dosaggi per la tiroide. Non ci ha allarmato ma soprattutto io sono molto in ansia. C'è una correlazione tra tiroide e stanchezza e tra tiroide e linfonodi? Grazie mille e saluti