25-07-2018

Lombalgia post-calcolotica

Ultima Eco in concomitanza con l’espulsione del calcolo:

Reni volumetricamente nei limiti, ad ecostruttura di base regolare, con presenza di una formazione cistica al terzo inferiore del rene destro, del diametro di circa 2,2 cm, e di un'altra al terzo medio del rene sinistro, a sviluppo esofitico, del diametro di circa 4,2 cm. Idronefrosi sinistra di I grado, con uretere non dilatato, senza apprezzabilita? della formazione litiasica, precedentemente segnalata al terzo medio dell'uretere (uretere non esplorabile lungo tutto suo decorso).

Vescica con pareti regolari, senza alterazioni di contenuto.

Prostata delle dimensioni di circa 4,2 x 3,2 cm. Gent.mo Dr. Piana, sono un collega, approfitto della sua cortesia per porle due ulteriori quesiti. Riguardo i calcoli di carbonato di calcio, lei non consiglierebbe uno studio del metabolismo del calcio (propende di più per un artefatto se non ho inteso male). Mi persiste una dolenzia lombare diffusa ma talora prevalente a sinistra e in prima mattinata.

La TC ha escluso altri calcoli. La cisti esofitica di sinistra (più piccola in passato) potrebbe essersi dilatata o compressa con l’idronefrosi dovuta al calcolo e spiegare così la lombalgia mattutina attuale? Grazie e cordiali saluti.

Risposta

Gentile Collega, le cisti sono periferiche (esofitiche) pertanto non possono risultare ostruenti e causare disturbo. Se la TAC esclude la presenza di calcoli bisogna arrendersi all’evidenza ... ! A questo punto le lombalgie potrebbero anche avere un’origine diversa, ad esempio assai frequentemente ortopedica. L’indagine metabolica di primo livello si può anche fare, ma in caso di episodi occasionali di calcolosi è praticamente certo che non si riscontrino particolari alterazioni.

TAG: Adulti | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Effetti Collaterali | Esami | Ortopedia e traumatologia | Ossa | Radiodiagnostica | Reni e vie urinarie | Reumatologia | Salute maschile | Schiena | Sistema Muscolo-Scheletrico | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!