14-09-2012

malattia professionale

Egr.Dott. vi scrivo a nome di mia moglie Antonietta. Mia moglie sono circa trentanni che lavora come cucitrice in una piccola fabbrichetta di sartoria dell'intimo. Sono un po di anni che ha problemi di mani, gli si sguaiano i nevi delle dita gia avuto quattro interventi e si stà ripresendando di nuovo il problema sulle altre dita. Premetto che sta ancora lavorando. Le mani gli si gonfiano e sta perdendo la forza nello strngere gli oggetti. La domanda e questa : e possibile che gli possano riconoscere un invalidita procurato dal lavoro che svolge. Scusate il modo come ho scritto. Vi auguro un buon lavoro.
Risposta di:
Dr. Alfio Origlio
Specialista in Medicina del lavoro
Risposta

Gentile utente, anche se non è chiara la patologia da lei esposta, la mansione di cucitrice, svolta continuativamente per un periodo ultraventennale, può comportare l'insorgenza di malattia professionale alle mani-polsi (specie tendinopatie) se correlata ai movimenti ripetitivi di tali segmenti corporei nell'espletamento della mansione. Pertanto per dirimere, potrebbe rivolgersi al medico competente aziendale o a medico di fiducia per inoltrare l'iter di malattia professionale (INAIL).

TAG: Medicina del lavoro | Salute sul lavoro