Gent. Prof. Dr. Lo scrivente , angelo di anni 65, prossimo all’intervento di rimozione di un meningioma al livello dell’osso parietale sinistro, diagnosi del mese di Giugno 2014, meningioma di medie dimensioni in sede intracranica accertamento avvenuto in modo casuale a seguito di una scintigrafia per una protesi dolente al ginocchio dx.La diagnosi dell’ospedale parla molto chiaro, lesione espansiva extra assiale a livello dell’osso parietale sinistro di cm 4 i neurochirurghi hanno consigliato l’immediata rimozione.Nella sostanza, il paziente Angelo, si trova a convivere con un’anomalia tumorale in prima ipotesi di meningioma parasagittale sx, referto riscontrato da altri operatori dei centri diagnostici i quali confermerebbero che le radiazioni subite dal corpo umano sono categoricamente nocive se si vengono a superare un certo limite di radiazione durante l’anno.La riflessione, oltre alla tutela della salute pubblica ed alla sistematica prevenzione, si configura in una scarsissima informazione pubblica sulla nocività delle radiazioni di : rx , tac , scintigrafie…..ect , i pazienti non sono informati della pericolosità di tale strumentazione che potrebbe creare (in prima ipotesi) meningiomi alla testa. La tutela pubblica risulta poco sorvegliata ed ancor di più risulta un ’omessa informazione di giusto diritto del paziente .Risulta che numerosi pazienti, superano abbondantemente le minime quantità di radiazioni, non vi è alcun strumento fisico che possa intervenire segnalando la totale radioattività subita da un corpo umano, ovvero uno dispositivo fisico che rilevi il limite massimo delle radiazioni assorbite nell’anno in corso, senza incorrere alla eventuali inquinamenti radioattivi NOCIVI e mortali oltre la soglia di garanzia, non vi è nessun intervento che nel tempo possa limitare, sospendere o interrompere l’esame diagnostico prescritto.Mi ritrovo a 65 anni , con un forte dubbio di aver assorbito massicce radiazioni che possono aver favorito e creato il meningioma che dovrò a giorni togliere .La ringrazio della sua cordiale risposta AngeloMilano, agosto 2014Domanda