Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

11-12-2013

Mi associo all'opinione degli esperti SICCR

Desidero sapere come mai la SICCR giudica inidonea, per gli interventi di emorroidi, la Crioterapia S E L E T T I V A, che è una versione riveduta e corretta della vecchia, e ormai disusata, crioterapia.Eppure, questa metodica viene adottata, fra le altre, anche da un luminare come il professor Giuliano Reboa, a parte il dottor Mario Petracca che ne dice tutto il bene possibile : miniinvasività, scarsa o nulla sofferenza post-operatoria, completo superamento del problema, immediata riabilitazione e possibile ripetitività dell'intervento, che, essendo ambulatoriale, non modifica la fisiologia naturale della parte. Vogliano gentilmente chiarirmi come vada correttamente inquadrata la questione.Perche la SELETTIVA è inidonea? E' vero che potrebbe creare complicazioni collaterali quali ulcere e stenosi del canale anale?Grazie per l'attenzione.Fernando Pelino
Risposta di:
Dr. Piero Gaglia
Specialista in Chirurgia generale e Oncologia
Risposta

 La Societa' Italiana di Chirurgia Colo-Rettale (SICCR) ha fra i Suoi membri un grande numero chirurghi colo-rettali e proctologi con vasta esperienza e, soprattutto, le indicazioni che propone si basano sugli studi riportati in letteratura.

Questa si chiama Medicina Basata sull'Evidenza (EBM - Evidence Based Medicine) che dal dopoguerra sta lentamente trasformando la Medicina da una specie di "arte" in una vera "Scienza" (con la "S" maiuscola).

Nel terzo millennio, frasi come "Io penso che ..." (con tutto il rispetto per il prof. Reboa e il dott. Petracca) devono essere sostituite da "I dati degli studi dimostrano che ...".  Purtroppo molto spesso piu' che dimostrazioni assolute gli studi danno suggerimenti, per quanto fondati. Le aree "grigie" sono ancora molto ampie e c'e' spazio per le opinioni personali, purche' si basino sulle certezze che si sono gia' acquisite.

Ritornando alla crioterapia, il problema sta nella difficolta' di valutare quanto in profondita' nella parete del canale anale si estenda il congelamento. Forse le innovazioni tecniche hanno risolto questo problema, ma non mi risulta vi siano studi (seri, senza conflitti di interesse) che dimostrino cio'.

 Cordialmente

dott. Piero Gaglia

TAG: Chirurgia generale | Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!