Mi trovo in situazione imbarazzante con il " mio " medico di base perchè credo di essemi innamorata di lui. Non sono giovanissima e nemmeno lui lo è, single entrambi. Io devo recarmi spesso in ambulatorio perchè ho problemi di pressione e il medico sta provando diversi farmaci perchè ancora non ha travato il dosaggio adatto, quindi circa ogni 15 giorni da diversi mesi ci vediamo con una certa regolarità e mi sono chiesta più volte se è così difficile trovare il dosaggio giusto... A volte ho l'impressione che il rapporto medico- paziente abbia lasciato il posto ad un rapporto, sempre corretto, ma più confidenziale, a volte mi racconta della sua insoddisfazione per il lavoro e il desiderio di andare in pensione che però continua a rimandare. Nel frattempo io gli ho raccontato la mia situazione personale e le mie difficoltà .... Ma l'atteggiamneto che mi suscita particolari perplessità è dato dal modo in cui mi guarda, mi osserva sempre attentamente es. come sono vestita, i capelli, ma soprattutto il mio corpo e mi ha dato l'impressione di piacergli anche fisicamente. Perciò credevo che fosse interessato a me ma avesse delle remore a dichiararsi. Io credo di essermi innamorata di lui e credevo anche lui di me ma quando glielo ho detto si è arrabbiato moltissimo e mi ha detto di cambiare medico. Sono piuttosto sconcertata e sì, cambierò medico, ma mi chiedo se il suo comportamento non mi ha indotto a giungere a queste conclusioni. Forse ho travisato qualcosa ma mi sono innamorata e lui evidentemente no. Mi dispiace, non so che fare e non credo ci sia possibilità di rimediare. E' grave? Consigli?