07-04-2006

Mia moglie ha partorito a 7 mesi e mezzo una

Mia moglie ha partorito a 7 mesi e mezzo una bellissima bambina, il parto prematuro è stato causato da rottura alta delle membrane probabilmente, ci viene detto, a causa di una infezione con conseguente perdita costante di liquido amniotico. A 4 mesi dal parto dopo un esame di controllo del sangue vengono rilevati valori relativamente alti delle transaminsi (90 got e 114 gpt). Il ginec. ci dice probabile infez. da cytomegalvirus e quindi paura x trasmissione alla bambina. Rifatti esami al sangue e ricercati valori iGG, IGM x cito e avidity. risultato IGG positiva IGM negative Avidity 80%. Ritirando la cartella clinica però il giorno prima del parto i valori di got gpt erano nella norma (14 e 17). Sono stati fatti degli esami alla bambina per la ricerca delle igm igg con risultati negativi ma il pediatra ci dice che tra sei mesi dobbiamo rifarli. Desidererei avere una vostra opinione sul caso. E inoltre dopo quanto tempo dall'infezione o riattivazione del virus i valori delle transaminasi si alterano. Ora ad un anno dal parto i valori sono rientrati sotto i limiti max, ma non sappiamo ancora cosa ha provocato il parto anticipato e siamo preoccupati per la bambina. Nel frattempo sono state escluse altre cause tramite un epatologo. toxo (neg) marks epatite b e c (epatite a avvenuta nel passato).
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Non riteniamo probabile l’ipotesi dell’infezione da CMV (IgM negative). I valori della aminotransferasi riscontrati sono troppo bassi per poter essere attribuiti ad una infezione acuta, che si presenta con valori di aminotransferasi di 800-1000 e più. Potrebbe trattarsi di un danno da farmaci assunti durante e dopo il parto. Tuttavia la condizione di sua moglie va approfondita e monitorata.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna