13-03-2008

Mio padre assume quotidianamente da un mese i

MIO PADRE ASSUME QUOTIDIANAMENTE DA UN MESE I SEGUENTI FARMACI CHE FANNO PARTE DI UNA TERAPIA POST-RICOVERO: CONGESCOR (3.75 mg) TRIATEC (5 mg) LIMPIDEX (30) CARDIOASPIRINA (100) PLAVIX SINVACOR (40 mg) ESKIM (1000 mg). MA OGNI POMERIGGIO ACCUSA EPISODI DI METEORISMO E FLATULENZA. POSSONO ESSERE CAUSATI DA UNO O PIU' DI QUESTI FARMACI ? SE SI, PUO' DARMI QUALCHE SUGGERIMENTO PER COMBATTERE, O QUANTOMENO ATTENUARE QUESTI FASTIDIOSISSIMI SINTOMI ?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
comincerei a togliere i farmaci relativamente meno utili, per esempio l’ESKIM (in se ottimo, ma in questa fase sospendibile). Tuttavia si deve dire che è più probabile che i “colpevoli” siano gli antiaggreganti piastrinici (CARDIASPIRINA e PLAVIX), che però è più rischioso sospendere; di solito il PLAVIX si fa per un periodo limitato (dipende da che tipo di stent è stato impiantato: immagino che questo sia il motivi della “doppia antiaggregazione”, anche se lei non lo ha detto) che deve essere stabilito da chi lo ha prescritto.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!