Mio padre ha 74 anni, e ha subito nel 2007 due interventi chirurgici: prostactomia G2 pT3bN0M0 GPS 3+3 e successivamente emicolectomia dx G2 pT3N1 2/29 M0. Sottoposto a chemioterapia 12 cicli fino a maggio 2008. Fino ad oggi è sempre stato bene e assume solo farmaco Triatec per leggera ipertensione ( di solito d'estate però ha problemi di ipotensione e dimezza la dose). Dopo i cinquant'anni ha scoperto di avere i reni policistici ( per ereditarietà dalla madre anch'essa affetta senza saperlo e sottoposta a dialisi all'età di 80 anni). La presenza di piccole cisti non ha mai dato nessun problema però l'ultima Tac (maggio2011 con mdc)ha segnalato che le minute cisti corticali bilateralmente sono rimaste invariate mentre al terzo medio polo superiore del rene dx una delle formazioni cistiche presenta alcuni setti e contenuto lievemente denso delle dimensioni di circa 10 mm quella localizzata al versante mediale.(per conoscenza ha anche delle piccole formazioni calcifiche al fegato: la più grande di 2 cm) Ho chiesto all'oncologa se questo poteva comportare qualcosa ma mi ha tranquillizzata dicendo che al prossimo controllo di dicembre gli farà fare un'eco addominale. Questa settimana però mio padre ha avuto dolori addominali sul lato dx con ematuria e presenza di sabbia nelle urine. Mi chiedevo se questo potevo essere un segnale di cambiamento della sua situazione renale globale ( in particolare per i reni policistici) e se non era il caso di insistere per un'eventuale anticipazione dell'ecografia ( senza aspettare altri tre mesi)? Ecografia precedente settembre 2010 era tutto invariato. Grazie e arrivederci.