Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-06-2006

misure cautelative

Salve, volevo porvi due domande. La prima è di carattere comportamentale.
Da studenti fuori sede, stiamo per intraprendere una convivenza con un ragazzo affetto da epatite C. Mi interesserebbe sapere quali sono le misure cautelative che si dovrebbero prendere in bagno, in cucina, in camera (tutti in comune), prodotti disinfettanti ecc. per evitare il contagio.

La seconda domanda, invece, è riferita ad un singolo episodio. C'è la possibilità di contrarre il virus di epatite C se mi sono reso conto di avere una piccola ferita che sanguinava mentre lavavo dei piatti e delle posate usate anche da un ragazzo con epatite c? In che misura deve avvenire un eventuale contatto sangue-sangue per poter causare un contagio?

Mille grazie
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Le misure cautelative in caso di convivenza con un soggetto affetto da epatite C sono semplici e prevedono di porre attenzione a 5 cose: 1) evitare di condividere spazzolini per i denti (evitare anche il contatto degli spazzolini stessi, ad esempio medianti cappucci protettivi); 2) utilizzare rasoi individuali; 3) utilizzare pettine e 4) spazzole individuali; 5) usare forbicine per unghie individuali. Non è invece fonte di rischio il lavare piatti e posate anche in presenza di piccole ferite cutanee. Il contagio solitamente richiede la penetrazione di quantità discrete di sangue infetto all’interno dei vasi sanguigni dell’organismo ricevente.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!