Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-02-2013

Necessità di valutazione specialistica

HO GIA' INVIATO QUESTA DOMANDA 1 H FA, MA NON HO RICEVUTO CONFERMA DEL NUMERO DI CODICE SULLA MIA MAIL. RITENTO.mio figlio di 22 anni da due o tre anni si strappa i peli del corpo, prima del torace, poi della gambe, solo ora ho visto che non ha più neppure un pelo al pube! Dall'asilo il bambino dimostrava ansia, secondo le insegnanti e io stessa sono decisamente ansiosa.Come posso farlo smettere considerato che non vuole parlarne, non riconosce il problema e non gli si può parlare di psichiatra, dato che ho un altro figlio con disturbo della personalità, ma di diverso tipo, che è stato a lungo curato da psichiatra e per la nostra famiglia ha rappresentato un grande peso? leggo su wikipedia che trattasi di disturbo grave. E' così?Il padre lo sgrida ferocemente quando lo vede strapparsi i peli. E' giusto così o può essere dannoso? Questo disturbo sembra in crescita, fino a dove potrà arrivare se non si interviene? Potrà limitare la sua vita sociale? Mio figlio non ha una ragazza , i peli del pube ricresceranno?vi ringrazio. aspetto.
Risposta di:
Dr. Pietro De Domenico
Specialista in Neurologia e Psichiatria
Risposta

Suo figlio sembra affetto da tricotillomania, cioè dal ricorrente e compulsivo strappamento dei propri capelli e peli (DSM IV – R). Solitamente, le zone più tipicamente colpite sono il cuoio capelluto, le sopracciglia e le ciglia. Parti meno frequenti comprendono la zona pubica, la regione perirettale e altre zone del corpo in genere. Di solito lo strapparsi i capelli può essere preceduto da alti livelli di ansia e da un' “urgenza” nel mettere in atto il comportamento, a cui segue spesso  un senso di piacere o sollievo. Il disturbo, pertanto, presenta catteristiche che lo accomunano  al DOC (disturbo ossessivo compulsivo).

Da quanto detto è intuibile che è necessaria una presa in carico psichiatrica per affrontare il problema. Oggi il  trattamento più efficace per la tricotillomania è la terapia cognitivo comportamentale. Le tecniche impiegate si basano sul principio che lo strapparsi i capelli o i peli sia una risposta condizionata a specifiche situazioni ed eventi e che la persona che mette in atto questo comportamento spesso non è consapevole di questi eventi scatenanti. capisco le resistenze di suo figlio, ma è necessario tentare di curarlo; magari coinvolga il medico curante, nel tentativo di convincerlo ad affrontare il problema.

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!