Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

10-07-2013

nervo femorale e divaricatore

Caro dottore sono trascorsi dieci giorni dall'intervento per l'esportazione di un mioma uterino di 10 centimetri e io sono in un centro di riabilitazione perché gli arti inferiori non rispondono.grazie alla fi§iotetapia ho ogni giorno una piccola speranza di ritornare a camminare.il dottore che mi ha operato mi ha detto che ha dovuto utilizzare un divaricatore poi grande per lavorare meglio e che probabilmente ha toccato il nervo femorale.l'elettromiografia hànno detto che sara' fatta tra qualche giorno per individuare meglio il focolaio dell'infiammazione.premesso che non ho alcun problema di discopatia mi chiedo se sono vittima di un episodio di malasanita'.spero in una risposta cordiali saluti.
Risposta di:
Dr. Marco Gambacciani
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Gentile Signora

purtoppo le lesioni nervose durante gli interventi chirurgici sono complicazioni descritte e non prevedibili. Possono capitare per l'uso dei divaricatori (necessari durante le laparotomie) per una trazione che le branche di questi strumenti determinano sui tessuti e quindi anche sulle strutture nervose. Queste possono richiedere motlo tempo per un recupero che però è abitualmente completo

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!