Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

25-02-2013

no artroscopia in fase acuta

dall'esame di RM si rileva: estesa alterazione del segnale caratterizzata da netta iperintensività in STIR si apprezza a livello del condilo femorale mediale e della porzione metaepifisaria distale del femore ed è riferibile a diffuso edema intaspongioso. Assottigliamento del profilo condrale alla superficie di carico del condilo femorale mediale con sfumata alterazione dell'osso subcondrale.Assottigliamento del mensico mediale da fenomeni di caratere degenrativo (meniscosi).Lievi note degenerativa al comparto meniscale esterno.Collaterali e strutture del pivot centrale nei limiti,apprezzabili da inserzione ad inserzione.Sinovite e sottile falda intraarticolare.Cosa consigliate in proposito circa un intervento in artroscopia o pratiche alternative? Grazie
Risposta di:
Dr. Gabriele Panegrossi
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Risposta

Si tratta di un problema di degenerazione della cartilagine e di una reazione dell'osso subcondrale che nella fase acuta e dolorosa non deve essere trattato chirurgicamente opterei in prima battuta ad eseguire  esami radiografici sottocarico delle ginocchia che ci danno informazioni sugli assi delle sue ginocchia quando sottoposte al carico del corpo, poi in base al grado di dolore si può iniziare con cure fisioterapiahce o infiltrative per vedere se esiste miglioramento clinico

TAG: Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!