Buona sera cercherò di essere breve:- 4 anni fa: gastrite, il medico di base prescrive una cura con Peridon e Malox al bisogno. Niente.- Procede con una cura con omeoprazolo (tre settimane). Niente.- Tenta la terapia di eradicamento da HP (secondo il protocollo del dott. Dino Vaira, ma senza aver prima fatto il breath test). Niente.- anno seguente:... Leggi di più aumenta gradualmente l'acidità e diviene reflusso. Cambio medico di base, cerco uno specializzato in gastroenterologia, che mi prescrive cicli di omeoprazolo prima e lansoprazolo poi. Tra un ciclo e l'altro appare flogosi all'ugola e ricorre gonfiore in gola (con fitte e ghiandole gonfie). Il doc mi manda dall'otorino che rileva assenza di esofagite e consiglia lansoprazolo in cronico "perchè attenua i disturbi in gola".- anno successivo lansoprazolo in cronico.- 2010-2011 feci di colore variabile e consistenza poltigliosa. Crampi durante la digestione sia allo stomaco sia alla pancia. Il riflusso tende a tornare nonostante il lansoprazolo 30 mg. Appare un ipertono anale curato inizialmente per prostatite, (perchè una prostatite era precedentemente stata diagnosticata e curata senza spermioculture con 6 cicli di cinobac - 1 AL MESE). Oltre all'eco anale il proctologo (pagato privatamente) chiede colonscopia da cui non risulta nulla e cura con ottimi risultati l'ipertono con antrolin e ozonia10. I dolori ricorrenti pancia e stomaco lo inducono a chiedere la gastroscopia, da cui non risulta nulla. Il proctologo consiglia sospensione di lansoprazolo e nuovo consulto con un gastroenterologo - secondo lui la gastro può essere sfalsata perchè nella "preparazione" non era prevista la sospensione del lansoprazolo. - Ultimo periodo (un mese circa): Riflusso, acidità, bruciori, dolori retrosternali, crampi allo stomaco e alla pancia, eruttazioni (attenuano i crampi), flogosi (moderata) dell'ugola, sudori freddi, giramenti di testa. A volte il dolore è persistente alla bocca dello stomaco. A volte diviene dolore toracico (e ti ripeti "calma, non pensare al peggio"). A proposito: stress fortemente diminuito nell'ultimo anno. Forte sovreppeso. Attualmente prendo solo il gaviscon (uno, più spesso due all'insorgere dell'acidità e del reflusso).- Domande: Possono tutti questi disturbi coesistere e risultare negativa (anche da HP) la gastroscopia?Quali possono essere altre cause del reflusso?Quali esami dovrei fermamente chiedere per approfondire? (visto che col SSN ci sono voluti, tra le riluttanze di due medici di base, 4 anni per fare una gastroscopia).Può essere un problema legato all'intestino tenue (il tratto non osservato)?Il mio è un normale iter diagnostico o sono in un meccanismo kafkiano da cui si esce solo con le visite a pagamento?Grazie e scusate la lunghezza e lo sfogo.