Gentili Medici, in che modo è possibile definire con certezza la classificazione di un soggetto tra i NON RESPONDER alla vaccinazione contro l'epatite B? Nel mio caso sono stato sottoposto, oltre che alla vaccinazione obbligatoria infantile in tre dosi (anni 1997-97-98), ad un'ulteriore vaccinazione di una sola dose nel 2008 (vaccinazione fatta... Leggi di più dall'infermeria militare in quanto appartenente a FF.OO.) con "HBVAXPRO 10ug/ml", ma a tutt'oggi le mie ultimissime analisi "S-anticorpi anti HBsAg" riportano valore pari a 0,00. A seguito di un colloquio presso l'ASL di competenza territoriale mi è stato detto che: "il protocollo sanitario, dopo la quarta vaccinazione, non prevede ulteriori cicli di vaccinazione, né tantomeno approfondimenti medici che riguardino l'ASL". La dose di vaccino che mi è stata iniettata nel 2008 si sarebbe dovuta ripetere con altre sedute o è giusto che sia rimasta unica?Chi può eventualmente decidere se è il caso o meno di ripetere il ciclo vaccinale? Esiste un ulteriore esame, oltre quello della misurazione degli anticorpi presenti, che possa aiutarmi a stabilire se appartengo o meno alla categoria dei non-responder?Ed infine, essendo un lavoratore a rischio di contagio, cosa dovrei fare qualora risultasse impossibile la mia vaccinazione contro tale virus? per completezza riporto brevemente in ordine storico alcuni dati:- anni 1997-97-98: ciclo di vaccinazione di base. - esito esami anno 2006: HBsAb TOTALI = negativo- anno 2008: 1 dose di HBVAXPRO 10ug/m- esito esami anno 2011: S-anticorpi anti HBsAb = 0 e S-antigene HBsAg = negativa- esito esami anno 2013: HBsAb (anti-s) = 0,25- esito esami anno 2014: S-anticorpi anti HBsAg = 0,00. Vi ringrazio per la risposta. Cordialmente, M.