25-06-2012

opportuni controlli periodici

il mio ragazzo di 21 anni 3 anni fa ha avuto un attacco epilettico dovuta al sanguinamento di quello che si è poi rivelato un angioma cavernoso situata nel cervello. esso è stato asportato senza alcuna complicazione e da allora il mio ragazzo prende un farmaco il keppra 500mg non ci sono piu stati attacchi di nessun genere. lui è piu di un anno che nn effettua un controllo è possibile che il farmaco possa essere sospeso oppure dovra continuare ad assurmelo tutta la vita?? inoltre ora vorremo recarci in un parco divertimenti come mirabilandia e ci chiedevamo se puo essere pericoloso per lui salire su giostre che sbattono molto è pericoloso??? la ringrazio in anticipo per la risposta
Risposta di:
Dr. Pietro De Domenico
Specialista in Neurologia e Psichiatria
Risposta

LA TERAPIA ANTICONVULSIVANTE è STATA CORRETTAMENTE PRESCRITTA, COME IN TUTTI  I CASI DI EPILESSIA LESIONALE. IL FARMACO DEVE ESSERE ASSUNTO SOTTO CONTROLLO SPECIALISTICO ED IN OGNI CASO GLI EVENTUALI TEMPI E MODALITA' DI SOSPENSIONE DEVONO  ESSERE STABILITI DALLO SPECIALISTA NEUROLOGO CHE LO HA IN CURA. PERICOLOSO SOSPENDERE ARBITRARIAMENTE LA TERAPIA SENZA CONTROLLO MEDICO. PERTANTO E' OPPORTUNO EFFETTUARE UNA VISITA, ANCHE PERCHE'  DA OLTRE UN ANNO NON SI SOTTOPONE A CONTROLLI. 

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia