L’ESPERTO RISPONDE

Enuresi notturna, quando fare dei controlli periodici ?

Ho 35 anni e sono complessivamente in ottima salute. Ho ricominciato a soffrire di enuresi notturna con frequenza irregolare intorno ai 21 anni. Si alternavano settimane con 2-3 episodi, a interi mesi asciutti. Qualche anno fà mi sono deciso a fare un check urologico, con esame urine negativo, ecoaddome buono, volume stimato di 800ml e RPM di 30 ml. Unica cosa degna di nota dal diario minzionale, il medico mi faceva notare che era anomalo che il mio stimolo a svuotare emergesse con 600ml o più, invitandomi a svuotare più spesso. Nel corso degli anni il quadro è rimasto più o meno stabile con un lieve miglioramento complessivo, senza però mai smettere del tutto. Quello che Vi chiedo però è, soprattutto in seguito ad un periodo recente in cui la frequenza è aumentata parecchio (anche 20 notti bagnate al mese), è necessario chiedere di eseguire dei controlli periodici, ed in generale quali sono i segnali che è meglio rivolgersi al medico curante per ripetere eventuali accertamenti ? Inoltre, ci sono controindicazioni nell'utilizzo prolungato e continuato di prodotti assorbenti da indossare, nel senso che potrebbero condurre ad un peggioramento?

Risposta del medico
Dr. Franco Di Ceglie
Dr. Franco Di Ceglie
Specialista in Andrologia

Patologia complessa alla sua età per cui si deve rivolgere ad un urologo(vescica iperattiva) e sentire il parere di un Neurologo(vescica atonica). Salve.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Uomini e medici: scarsi controlli, sintomi sottovalutati
Uomini e medici: scarsi controlli, sintomi sottovalutati
2 minuti
Pressione bassa o ipotensione: quando preoccuparsi
Pressione bassa o ipotensione: quando preoccuparsi
1 minuto
Elettrocardiogramma (ECG): che cos'è e quando si esegue
Elettrocardiogramma (ECG): che cos'è e quando si esegue
3 minuti
Come effettuare correttamente l'autopalpazione dei testicoli
Come effettuare correttamente l'autopalpazione dei testicoli
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Urologia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Palermo
Specialista in Urologia
Roma (RM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Andrologia e Urologia
Prato (PO)
Specialista in Andrologia e Urologia
Roma (RM)
Specialista in Chirurgia pediatrica e Urologia
Prov. di Reggio di Calabria
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Urologia e Andrologia
Cimitile (NA)
Specialista in Urologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Roma (RM)
Specialista in Urologia e Allergologia e immunologia clinica
Montevarchi (AR)
Specialista in Urologia
Pellezzano (SA)
Specialista in Urologia e Andrologia
Palermo (PA)