Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-05-2013

Per la diagnosi differenziale di una cefalea è necessaria l'endoscopia

Salve ho 40 anni e sono soggetta ad allergia stagionale per parietaria e composite, qst anno ho avuto un paio di episodi con particolare reazione allergica (Rinite), a seguito dei quali si è instaurata una fastidiosa sintomatologia dolorosa a carico della radice del naso, degli occhi, degli zigomi, dei denti ed una continua cefalea che riesco a controllare solo con l'uso di antidolorifici. Il medico di base mi ha prescritto una cura di 6 gg con i seguenti farmaci: Zinnat 500 1vv die, bentelan 1mg 2vv die, Nasonex un puff mattina/sera, Lincocin fiale e fluibron fiale 1/2 mattina e 1/2 sera in aerosol con dispositivo endonasale. Alla fine della cura non ho trovato miglioramenti e dalla rx cranio eseguita è emerso quanto segue: normale morfologia e sviluppo delle cavità paranasali, ipodiafania da impegno flogistico del seno frontale di dx e del seno mascellare di sn, iperplasia della mucosa parietale mediale ed inferiore del seno mascellare di dx di riferimento flogistico cronico, setto nasale lievemente latero deviato a dx, conservata ampiezza dei turbinati nasali. Avendo già effettuato una cura senza successo come è possibile risolvere il problema veramente invalidante e fastidioso che mi affligge ormai da circa un mese? Grazie per la disponibilità!
Risposta di:
Dr. Francesco Gedda
Specialista in Otorinolaringoiatria
Risposta

Una cefalea in una rinite allergica può dipendere - ma non solo - da un semplice blocco delle secrezioni nei seni paranasali da naso chiuso o da una vera e propria sinusite. Prima di ulteriori accertamenti radiologici, sarebbe opportuno che lei si sottoponesse ad una visita otorinolaringoiatrica, che, probabilmente, porrà indicazione ad una endoscopia nasale.

TAG: Otorinolaringoiatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!