28-02-2006

polmonite

In seguito a febbre superiore ai 38° che mi si presentava a partire dal tardo pomeriggio con brividi e senza altri sintomi a parte un Dolore accentuato sotto la scapola destra e una dolorosità diffusa alla schiena il medico curante mi ha prescritto una rx toracica urgente. Il referto dice:" Sfumato addensamento Parenchimale di verosimile significato flogistico in sede paracardiaca destra; utile correlazione clinico-laboratoristica. Ombra cardiaca nei limiti. lli congesti. Seni costo-frenici liberi. Emidiaframmi regolari"
Il medico ha prescritto antibiotico per 10 gg. e Cortisone per 3 gg.
La febbre è scomparsa immediatamente, il dolore alla scapola persiste.
Si tratta di una polmonite? Può essere contagiosa? E' necessario fare ulteriori accertamenti?
Vi ringrazio
Raffaella Raio
Risposta di:
Raffaella Raio
Risposta
Quello che Lei ha presentato è verosimilmente una polmonite. Il dolore è correlabile all'infiammazione presente in tale patologia e la sua scomparsa, in assenza di complicanze, è dovuta all'efficacia della terapia: l'antibiotico mirato e la terapia cortisonica sufficientemente lunga. Il riposo fa il resto.
TAG: Apparato Respiratorio | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi