18-11-2012

possibili alterazioni L-S

Ho 42 anni.Ho dolori e sensazione di gelo alle vene dei polpacci e delle gambe da mesi, sto curando con compresse Varistasi/Staminflux, mi sono sottoposta a terapia sclerosante a una gamba ma il dolore per me è insopportabile sia durante la seduta sia nei giorni a seguire..non vorrei sottopormi più a questa terapia..sono magra, sempre attiva, soffro di colite, mai medicinali aggressivi o pillola, se non antibiotici per tonsillite lo scorso anno, sempre cibo sano e molta acqua, non ho avuto mai caviglie gonfie ma provo dolore alle vene durante le camminate. Ho fatto diverse sedute di luce pulsata per depilazione ma anche il Vs esperto mi ha rassicurato che non può provocare danni alle vene e ai capillari. Comunque ho sospeso le sedute di luce pulsata da maggio. Le vene sono sempre più visibili fino vicino all'inguine, al lato del polpaccio sono nere "a reticolo" e anche qualche capillare scuro è presente.Uso calze riposanti 140 den che mi stringono molto e riscontro dolore al tallone.
Risposta di:
Dr. Enzo Cacciatore
Specialista in Chirurgia generale e Chirurgia vascolare
Risposta
Gentilissima Sig.ra, i Suoi sintomi non sembrano di origine venosa.Però avrei bisogno di alcune notizie. Ha mai eseguito un ecocolordoppler venoso? Ha avuto gravidanze e quante,se si? Ha varici evidenti alle gambe? Durante un'ipotetica gravidanza aveva vene nelle zone genitali esterne? Si tratta di elementi anamnestici importanti.Comunque,tornando ai dolori e alle parestesie (senso di freddo) mancano i sintomi chiave per una severa malattia vascolare. Potrebbe essere utile studiare la schiena con una RISONANZA MAGNETICA per escludere eventuali problemi in questa sede,dato che spesso le irradiazioni dalla schiena simulano un problema vascolare. Quando ha fatto la terapia sclerosante ,non avrebbe dovuto dolore,come di regola.Altrettanto per la luce pulsata che nulla ha che vedere con dolori né venosi né di altra natura. Perciò si può pensare a problemi di altra natura,ad es. irritativa,che non sia circolatoria venosa. Spero aver risposto con semplicità e Le faccio i miei auguri.
TAG: Apparato circolatorio | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Malattie della circolazione