17-02-2017

PR corto e QRS stretto senza anomalie

Salve, sono stato scartato ad un concorso per questo motivo: Pr corto e qrs stretto senza anomalie del sistema di conduzione.
Ora, io leggendo le cause di esclusione, proprio non lo trovo questa causa e sono intenzionato a fare ricorso. Magari è scritta sotto altro nome. Queste le cause: malattie dell'endocardio, del miocardio, dell'apparato valvolare, del pericardio, dei grossi vasi ed i loro esiti; trascorso, ove occorra, il periodo di inabilità temporanea. Rientrano in questo comma:

  • il trapianto di cuore, le protesi vascolari, gli esiti di intervento riparativo sulle strutture valvolari e dei grossi vasi con alterazioni funzionali;
  • gli esiti di pericardite, miocardite ed endocardite;
  • la stenosi e la insufficienza valvolare;
  • le anomalie biometriche ecocardiografiche non correlate con la superficie corporea;
  • il prolasso valvolare con rigurgito emodimicamente significativo;
  • la pregressa pericardite, miocardite ed endocardite anche senza esiti.

Le gravi turbe del ritmo cardiaco e le gravi anomalie del sistema specifico di conduzione; trascorso, ove occorra, il periodo di inabilità temporanea. Rientrano in quetso comma:

  • blocco atrioventricolare di I° grado che non regredisce con lo sforzo fisico adeguato;
  • blocco atrioventricolare di II° e III° grado;
  • sindrome di Wolf Parkison White;
  • blocco di branca sinistra;
  • extrasistolia ventricolare frequente (superiore a 100/h);
  • sindrome ipercinetica cardiaca;
  • Il ritardo di attivazione intraventricolare anteriore sinistro a QRS stretto, associato a ritardo di attivazione intraventricolare destro, stabili;
  • la conduzione A-V accelerata, spressione di anomalie del sistema specifico di conduzione.

L'ipertensione arteriosa persistente; trascorso, ove occorra, il periodo di inabilità temporanea; dopo osservazione. Rientra in questo comma:

  • l'ipertensione arteriosa persistente di confine (border-line secondo l'=:M:S:).

Per l'accertamento della ipertensione arteriosa persistente occorre effettuare:

  • possibilmente monitoraggio pressorio dinamico delle 24 h.;
  • in alternativa almeno tre rivelamenti, praticati in condizioni di riposo psicofisico, che presentino valori della pressione sistolica >15 mm hg e della pressione diastolica >90 mm Hg.
Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta

Gentile sig. tra i motivi di esclusione vi è la conduzione AV accelerata che corrisponde ad un accorciamento nell'ecg ad un PR corto; il motivo di esclusione aggiunge che il PR corto dev'essere espressione di anomalie del sistema specifico di conduzione, che il suo ecg escluderebbe.
Il dato dell'ecg non è derimente, per cui se vuole intraprendere un ricorso deve avvalersi di uno studio del sistema di conduzione del suo cuore rivolgendosi ad un centro specializzato di cardiologia. Saluti prof Luigi Iorio

TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare