12-05-2008

Premetto che sono un uomo di 35 anni, che svolge

Premetto che sono un uomo di 35 anni, che svolge attività sportiva abbastanza intensa, anche se non agonistica, regolarmente da circa 6 anni (nuoto e palestra). In occasione di un test ergometrico (era il primo che facevo in vita mia), mi è stata riscontrata una ipertensione diastolica (circa 100 mmHg), pur risultando il test stesso pienamente positivo (7° stadio senza anomalie). Da successive indagini (ECG cardiaco, ECG cardiaco transesofageo, esami del sangue, ECG reni, RMN reni) non sono state riscontrate anomalie, salvo un DIFETTO INTERATRIALE, tipo OSTIUM SECUNDUM, di grado moderato (19 mm) con shunt sx-dx. Potrebbe essere questa la causa dell'ipertensione? E' possibile che correggendo il difetto (ad esempio con l'impiento di un amplazer) si possa risolvere anche il problema di ipertensione? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
No c’è relazione tra DIA e ipertensione. L’ipertensione va trattata farmacologicamente. Il DIA può essere trattato con chiusura percutanea.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare