Gentili dottori, quando ho il pene a riposo il prepuzio mi ricopre interamente il glande, ma fin da bambino mi sono abituato per igiene a tenerlo sempre scoperto (una volta retratto il prepuzio mantiene senza particolari problemi la sua posizione). Quando ho il pene è in erezione invece il glande non si scopre del tutto autonomamente ma devo aiutarmi con la mano, anche se questo non rappresenta un grosso problema in quanto basta un leggero movimento per far scendere tutta la pelle al di sotto del glande senza difficoltà. Una volta scoperto il glande però, la pelle non viene distribuita / distesa lungo l'asta del pene, ma si accumula al di sotto del glande. Inoltre, noto che l'estremità finale del prepuzio forma, quando retratto, un piccolo ispessimento da una parte (in quel tratto la pelle è leggermente meno sensibile e appare come una cicatrice dello stesso colore del prepuzio) che non stringe nè causa dolore ma risulta più evidente con l'erezione o a seguito della masturbazione. E' possibile che il problema sia un prepuzio esuberante? Se c'è il rischio che col tempo si crei una fimosi consigliereste la circoncisione per fare prevenzione? Ho 20 anni.